Parola del giorno: потная котлета (aka polpetta all’ascella)

Qual è il problema più grande degli italiani all’estero? Come è noto, il cibo… e il titolo di questo post vi può dare una’idea delle “gustose” specialità che stiamo imparando a conoscere e apprezzare. Ma andiamo in ordine cronologico. In principio era il “Plof”: prendete otto italiani appena arrivati in Russia, metteteli in una mensa della grandezza dell’aula A1, tanto per capirci, aggiungete una cuoca simpatica a giorni alterni e condite il tutto con una sana dose di terrore per i raid della dezhurnaja. Così capirete il nostro sollievo quando abbiamo udito una parola dal suono familiare: l’onomatopeico “Plof”. Non lasciatevi ingannare dal suo nome, perché nonostante tutto è un piatto che deve essere provato almeno una volta nella vita, cosa di cui Julia non è del tutto convinta. Infatti, avendo apprezzato il Plof della stolovaja, ha commesso il madornale errore di volerlo riprovare una seconda volta, al GUM. E mentre noi ci gustavamo una patata ripiena e un’insalata russa, Julia si disperava e imprecava con tutte le espressioni idiomatiche della Dobro per il piatto troppo speziato.
Altro elemento da non sottovalutare: i famigerati Panini Surprise. Vi verranno simpaticamente offerti nella loro forma innocua e voi non saprete resistere alla tentazione di provarne uno. I primi dubbi s’insinuano al momento dell’assaggio: portandoli alla bocca, infatti, vi accorgerete del loro peso spropositato per una pagnotta comune. Il bello viene però quando li addentate: sono disponibili in molteplici versioni… Carne e crauti fanno la parte del leone, seguiti a ruota da mele al gusto di patate e patate al gusto di mele. Se pensate di aiutarvi chiedendo il contenuto vi sbagliate di grosso: otterrete solo false aspettative seguite da cocenti delusioni. Rendete più interessanti i vostri pasti, tentate anche voi la fortuna con i Panini Surprise!
Passiamo ora al piatto forte! La potnaja kotleta. Essa può ingannare con le sue fattezze simili alle kotlete tradizionali, salvo poi rivelare il suo retrogusto, come dire ascelloso! Inutile negare che gli effetti collaterali sono devastanti, tuttavia per i casi eccezionali c’è sempre Fabio Alekseevic che esordisce con la domanda retorica:”Ma non lo mangi più? Sei sicura?”. Per fortuna aveva dichiarato di aver imparato a dominare l’appetito!
Per dovere di cronaca, dobbiamo citare anche il cibo passivo. Ogni giorno, verso l’ora di cena, il bednyi Fabio Alekseevic è costretto a scappare a gambe levate dalla camera 514 per rifugiarsi in cucina. Il famigerato e ormai celebre Kotaro, infatti, è solito cucinare in un bollitore elettrico intrugli cinesi e cozze, che dopo essere rimaste per tre giorni in una bacinella emanano esalazioni mefitiche.
A questo punto vi chiederete come abbiamo fatto a sopravvivere fino ad oggi. Tranquilli! Questi sono casi eccezionali, ma dei quali bisogna essere consapevoli. Tra un errore e l’altro abbiamo anche potuto gustare le specialità delle catene Mu-Mu, Jolki Palki, Kroshka Kartoshka e Kofe Haus, oltre a prepare gustose cene italiane a base di pasta, frittata e tante verdure. A questo proposito Fabio Alekseevic dichiara: ”Non ho mai mangiato così tanta verdura in vita mia!”.
Vsego choroshego e alla prossima Surprise!
Julia, Natasha, Zarja, Fabio Alekseevic, Katenka, Lisaveta, Lenocka, Pamja

Annunci

10 Risposte to “Parola del giorno: потная котлета (aka polpetta all’ascella)”

  1. Varvara Says:

    Ahahha ragazzi!!! buono a sapersi! anche se da qua ad ottobre avrò dimenticato tutti questi preziosi consigli!!!
    comunque povero fabioooo!! avevo già sentito voci su questo giapponese! anche quand’ero in francia, cinesi e giapponesi la facevano da padroni nelle cucine e quella volta ero io a rintanarmi in camera con un fornelletto elettrico! paese che vai, giapponesi che trovi!! 😉
    всего хорошего a voi più che altro!!! 😀
    ciaoooo

  2. anjecka Says:

    ahaahahaah!!!!dai fabio resisti!!

  3. andrej, aka wisho Says:

    vedo che il menu della “mitica” mensa non è cambiato per niente da dicembre a oggi! ragazzi io sono andato avanti due mesi a mangiare sup, kotlety, kartoshki e kompot…sarà per quello che sono andato in clinica a mosca per una sospetta colica renale? 🙂 mah! salutatemi le cuoche, soprattutto quella simpatica che c’è dal giovedì alla domenica! vsego horoshego!

    p.s: che invidia leggere le vostre avventure, vorrei tanto tornare lì!

  4. Motja Says:

    dai, dai, che la verdura fa bene!!!!! 🙂
    Barbara prendi nota che a ottobre tocca a noi! 😉

  5. Mirella Says:

    Fabio!!!!! Resisti che quando torni prepariamo una cenazza pesa!!!! (oltre a ripararti il letto, notizie dal tuo padrone di casa?) Hai desideri x il menu?

  6. kinds-of-probiotic Says:

    Right now it sounds like WordPress is the preferred blogging
    platform out there right now. (from what I’ve read) Is that what you’re using on your blog?

  7. street style blog Says:

    You actually make it appear so easy together with your
    presentation but I in finding this topic to be actually one thing that I
    believe I would by no means understand. It seems too complex and very large for me.
    I am taking a look ahead to your next publish, I will attempt to get the hold of it!

  8. ethnic wear Says:

    Excellent goods from you, man. I’ve understand your stuff previous to and you are just too magnificent.
    I actually like what you have acquired here, really like what you’re
    stating and the way in which you say it. You make it entertaining
    and you still care for to keep it sensible. I can not wait to read far more from you.
    This is actually a terrific website.

  9. semi formal wear for men Says:

    Hi there would you mind letting me know
    which hosting company you’re utilizing? I’ve loaded your blog in 3 different internet browsers and I must say this blog loads a lot quicker then most.
    Can you suggest a good hosting provider at a fair price?
    Thanks a lot, I appreciate it!

  10. street style blog Says:

    I ruly love your website.. Excellent colors & theme.
    Did you builkd thiks site yourself? Please reply back as I’m attempting to create my own blog
    and would like to know where you got this from or just what the theme is named.

    Thank you!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: